SPY ZTL

SPY ZTL Di Quirino Scaramastra 10/11/2014

Sembra che il sindaco Marino in relazione alle multe sollevate nei suoi confronti relativamente al passaggio sotto i varchi ZTL abbia presentato una denuncia per violazione del sistema informatico , il sindaco ritiene che siano stati alterati i suoi dati invalidando il permesso temporaneo.

Diciamo che non ci stupiremmo di un problema di pura inefficienza , è ovvio che il sindaco debba sempre e comunque avere un permesso per entrare in centro se non lui chi ? ,per altro il sindaco accede spesso in bici , questa volta gli vengono contestati gli accessi con il suo pandino , visto che elargiamo scorte a : amanti nipoti sorelle che vanno e vengono dal centro storico di Roma con auto blu, non vi sembra un po strano che venga colpito Marino e per dei passaggi ztl verso il suo ufficio.

mah

Non voglio entrare nella polemica relativa al sindaco ma è ovvio e scontato che il sindaco debba possedere tale permesso e il solo aver sollevato il problema delle multe ci dovrebbe far riflettere un bel po sul perchè , e soprattutto sui mandanti .

I casi sono 2 o è un caso di inefficienza , come tanti sul quale provvedere e fare luce immediatamente , perché se è accaduto al primo cittadino, e solo per questo ha avuto la possibilità di essere alla ribalta , certo è che se se analizziamo le probabilità che potevano esserci che accadesse a lui , queste sono veramente poche .

Per questo possiamo tranquillamente affermare che in questo caso ci dovrebbe essere una maggioranza silenziosa colpita dalla stessa inefficienza .

Ma pare non si sentano voci per il momento.

La seconda ipotesi secondo me più probabile e che si è voluto colpire Marino politicamente, , sono molti i poteri forti che non vorrebbero questo sindaco , perché temporaneamente non riescono a fare quello che facevano con le amministrazioni precedenti , questi , potrebbero aver deciso di alterare i dati e creare un problema.

Per altro in italia non siamo nuovi a questo tipo di situazioni, vi ricordate nel 2006 lo scandalo che coinvolse Telecom Italia ? in quegli anni all’interno di Telecom esisteva una vera e propria struttura parallela che per conto terzi si occupava di dossieraggio recuperando informazioni per vari committenti.

Per questo non ci sarebbe da stupirsi se nello specifico siano state perpetrate delle azioni su commessa , violando lo ztl che se non sbaglio è in esercizio presso un committente privato.

La guerra ormai si fa a colpi mediatici , oggi esplode la notizia , poi domani verrà smentita , ma il virus circola , e si prende per buona senza riflettere troppo , sul fatto che forse il sindaco dovrebbe sempre e comunque avere tale permesso il resto e fuffa.

Occorrerà vedere ora come saranno organizzate le indagini e a cosa porteranno.

integrazione 11/11/2014

E’ di adesso la news che il senatore Andrea Augello Popolo Delle Libertà , ha annunciato al sindaco, alla procura , e alla stampa che è stato ritrovato il permesso contraffatto elettronicamente e di essere al corrente dell’identità del responsabile.

Casualmente Augello è stato uno dei più grandi sostenitori della campagna elettorale contro Marino a fianco di Alemanno un confronto contraddistinto da toni accesi.

Ancora qualche giorno fa come riporta repubblica 7/11/2014

“Secondo Augello, “non è affatto vero che il sindaco abbia il diritto di circolare per il centro senza pagare alcuna tariffa. Il suo unico privilegio è che non paga di tasca sua” ma paga il Comune. Smentisce anche che la Panda rossa sia inserita in una “White list” di automobili autorizzate a circolare non riconoscibili dall’occhio elettronico che presidia i varchi e spiega: “se Marino ha beccato otto multe è proprio perchè non fa parte di questa lista”. Per il senatore “non è vero che Marino disponeva di un permesso temporaneo” poichè “non esistono permessi per chi si dimentica di rinnovare il permesso”.

E’ stata indetta una conferenza stampa…. per le 13 vedremo ….

D’altra parte i cittadini di Roma in particolare e gli italiani in particolare hanno problemi ben più gravi da affrontare rispetto a queste diatribe , ma sarà istruttivo vedere cosa è accaduto per osservare i nostri eletti come affrontano queste questioni.

Quirino Scaramastra

website http://www.securzone.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...